Claudia Amatruda (1995, Foggia, Italy) attends the Master on Photographic Project(2017-2018) with the teacher Michele Palazzi at the school “Meshroom Pescara” and currently follows the degree course at the Academy of Fine Arts of Foggia, address Graphic Design. In 2015 she won a scholarship and an exhibition at the Teatro San Carlo Foundation in Modena and in 2016 she created a permanent personal exhibition at the University of Foggia.

Her photographic research has been completely upset by the awareness of a disease that has just broken into her life, and finds in the use of the self-portrait and in the photographic description of the environments in which he lives, the possibility of redemption. A long-term work that produced in 2018, with the help of a crowfounding campaign and curated by Fiorenza Pinna, the production of ‘Naiade’, a self publishing with a circulation of a thousand copies, presented for the first time within the UNFOLD_Pescara shows, and then in 2018 ‘Naiade’ is present at the Funzilla Fest 2018 – Rome.

In 2019 she presented the photographic book in the schools of photography in Bari, Rome, Lecce and Pescara. She exhibited in collective exhibitions in Naples, Rome and Foggia.

Now she prefers photography as a story telling tool starting from a new awareness.

Upcoming exhibitions / presentations

June 2019_Personal exhibition and presentation of the book Naiade at the Museo Civico Bari

October 2019_Presentation of the book at the Festival of Ethical Photography in Lodi 

                   _Presentation of the book Naiade at the Lugano Photodays Festival in Switzerland

Claudia Amatruda (1995, Foggia, Italy) frequenta il Master sul Progetto Fotografico(2017-2018) con il docente Michele Palazzi alla scuola “Meshroom Pescara” ed attualmente segue il corso di laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia, indirizzo Graphic Design.

Nel 2015 vince una borsa di studio e una mostra al Teatro Fondazione San Carlo di Modena e nel 2016 realizza una mostra personale permanente presso l’Università di Foggia.

la sua ricerca fotografica è stata completamente stravolta dalla consapevolezza di una malattia che da poco ha irrotto nella sua vita, e trova nell’utilizzo dell’autoritratto e nella descrizione fotografica degli ambienti in cui vive, la possibilità di riscatto.

Un lavoro di lungo periodo che ha prodotto nel 2018, con l’aiuto di una campagna di crowfounding e curato da Fiorenza Pinna, la produzione di ‘Naiade’, un self publishing con tiratura di mille copie, presentato la prima volta all’interno della mostra UNFOLD_Pescara e successivamente nel 2018 ‘Naiade’ è presente al Funzilla Fest 2018 – Roma. Nel 2019 presenta il libro fotografico nelle scuole di fotografia a Bari, Roma, Lecce e Pescara.

Espone in collettive a Napoli, Roma e Foggia.

Attualmente alla ricerca predilige la fotografia come strumento di racconto di se a partire da una nuova consapevolezza.

Prossime esposizioni/presentazioni

Giugno 2019_Mostra personale e presentazione del libro al Museo Civico Bari

Ottobre 2019_Presentazione del libro al Festival della Fotografia Etica di Lodi

                     _Presentazione del libro al Festival Lugano Photodays in Svizzera